HomeNewsAnalisi sul granulato di conglomerato bituminoso: errata corrige del Ministero dell’Ambiente circa la certificazione dei laboratori

Analisi sul granulato di conglomerato bituminoso: errata corrige del Ministero dell’Ambiente circa la certificazione dei laboratori

  • Sabato, 26 Gennaio 2019 10:46

17 Gennaio 2019

Il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha pubblicato la correzione di un refuso pubblicato in un DM del 28 marzo 2018 n. 69

Con la nota Prot. 0019305 del 21/11/2018, il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare corregge la nota Prot. 16293 del 5 ottobre 2018 “Chiarimenti circa l’interpretazione di talune disposizioni di cui al D.M. 28 marzo 2018, n. 69 “Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152””.

Quest’ultima nota precisava infatti al punto 2 che con la dicitura “laboratorio certificato” richiamata DM n. 69/2018, si doveva intendere un laboratorio dotato di certificato rilasciato ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015. Il MATTM chiarisce che trattasi di un “mero errore materiale” e che la norma corretta a cui fare riferimento è la UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Fonte: Ministero dell'Ambiente

FORM@AMBIENTESTUDIO 

                                                                                                            Studio di Ingegneria Associato

Via A. Pacinotti, 20/b - 05100 Terni (Sede legale ed operativa) - Tel/Fax 0744 1963123

Via G.B. Mauri, 5 - 20900 Monza (Sede Operativa)

P.IVA/CF 01544220559

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.